Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

In arrivo i 600 Euro per il mese di aprile. Per maggio si deve aspettare un nuovo provvedimento.


Chi ha ricevuto i 600 Euro nel mese di marzo, non deve presentare una nuova domanda; il versamento per il mese di aprile avviene in automatico.

Tutti gli altri, a partire dalle ore 14 dell’8 giugno e fino all’8 luglio, dovranno fare domanda all’Enpav accedendo all’Area Iscritti, nella sezione Domande online – Invio – Indennità 600 Euro.

Ampliata per questa nuova tornata di bonus aprile la platea dei beneficiari. Rispetto al bonus di marzo, è stato eliminato il requisito dell’iscrizione in via esclusiva ad una cassa previdenziale.

Resta confermata l’incompatibilità per chi è titolare di pensione e per chi è titolare di un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Anche i requisiti reddituali sono gli stessi previsti per il Bonus di marzo, ma riferiti stavolta al solo reddito professionale.

Anche i giovani iscritti all’Enpav entro il mese di febbraio 2020, potranno richiedere il Bonus per il mese di aprile, purché non abbiano conseguito redditi superiori a 50.000 Euro negli anni 2019 e 2020.