Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

30/04/2017 Risultati Elezioni Organi Enpav

Si è conclusa oggi l’Assemblea Nazionale dei Delegati Enpav con l’elezione dei nuovi Organi che saranno in carica dal 2017 al 2022.

Una due giorni che ha impegnato i Delegati anche nell’approvazione del Bilancio di Esercizio del 2016.

Alla presidenza dell’Enpav è stato confermato per il prossimo quinquennio Gianni Mancuso, affiancato alla Vicepresidenza da Tullio Scotti.

Nella squadra del Consiglio di Amministrazione sono stati eletti Ezio Abrami, Oscar Gandola, Carla Mazzanti, Francesco Sardu, Davide Zanon. Una new entry all’interno del Consiglio è quella di Marco Della Torre, già componente del Collegio Sindacale nel precedente mandato.

Del Consiglio è componente di diritto anche Gaetano Penocchio, Presidente della Federazione degli Ordini.

Nel Collegio Sindacale sono stati confermati Fernando Fioramonti e Pietro Valentini Marano. La novità è quella di Marina Carla Gridelli eletta nel Collegio Sindacale, che con Carla Mazzanti va ad aumentare la rappresentanza femminile all’interno degli Organi. I Ministeri del Lavoro e dell’Economia dovranno ora designare i loro rappresentanti nel Collegio; fino ad allora continueranno ad operare Laura Piatti, Presidente del Collegio, e Vinca Maria Sant’Elia per il Ministero dell’Economia.

Sindaci supplenti sono stati eletti Laura Torriani, Valentina Bechelli e Marco Betti.

Nel quinquennio che si è appena concluso – commenta il Presidente Mancuso – siamo stati impegnati su diversi fronti, dalla sfida della sostenibilità a 50 anni con lo stress test imposto dalla legge Fornero, al Welfare assistenziale a supporto delle colleghe, dei giovani e dei colleghi con problemi di salute.  

Adesso la sfida per l’Enpav sarà quella di realizzare strumenti di Welfare strategico, inteso come sostegno al lavoro e alla capacità di produrre reddito. Perchè la formazione, l’inserimento nel mondo del lavoro e le tutele prevido-assistenziali sono strettamente legate e si alimentano reciprocamente”.

 

Roma, 30 aprile 2017